L’edizione cartacea del volume uno de La rivoluzione russa in Ucraina è andata esaurita. Per questo abbiamo deciso che da oggi l’ebook del primo volume del fumetto sarà disponibile gratuitamente per dare modo a chi ha già acquistato, o vorrebbe acquistare i volumi, di sostituire la carta con un ePub.

Chi aveva acquistato il volume 1 in formato digitale riceverà uno sconto di 5 € per l’acquisto dell’e-book del volume 2 o del volume 3, che uscirà a settembre 2017.

Il fumetto

La storia di Nestor Makhno illustrata da J.P. Ducret

Il fumetto tratta della complessa storia di Nestor Makhno, rivoluzionario anarchico ucraino. Lo fa dal punto di vista di due personaggi storici, Emma Goldman e Alexandre Bergman, durante un loro viaggio “forzato” in Ucraina, intrecciando feedback, cronache di fatti storici, citazioni accessibili e meno accessibili. Il fumetto si basa infatti sulla personale ricerca storica dell’autore, che lo ha portato a reperire un’enorme quantità di testi, informazioni e immagini dell’epoca. Il lavoro di scavo è testimoniato dai numerosi rimandi in nota a testi storici. L’autore infatti spesso racconta che “a parte il «buongiorno» e «buonasera» tutti i dialoghi del libro sono citati in (o comunque ispirati da) fonti storiche.

Il fumetto era stato originariamente pensato in tre parti, e per ora ne sono stati stampati due. Il terzo è già stato completato e aspetta solo di essere stampato. Ma l’autore continua a disegnare, quindi è un mistero quanti volumi alla fine ci saranno!

Autoproduzione

Il lavoro editoriale che sta dietro al fumetto è molto lungo e dispendioso in termini di energie. È anche per questo che c’è voluto così tanto tempo per arrivare alla stampa del primo volume e perché i due anni tra il primo e il secondo stabiliscono una sorta di record di velocità! Il fumetto è infatti un’autoproduzione. Tutti coloro che hanno preso parte alla realizzazione lo hanno fatto in modo volontario e nella massima parte autogestito.

Le grandi tavole originali, disegnate a mano da Jean Pierre, vengono prima fotografate, poi elaborate graficamente e infine impaginate. Intanto, qualcuno traduce dal francese all’italiano. Quando tutto il materiale è pronto, con un font creato appositamente a partire dalla scrittura dell’autore, i baloons vengono riempiti con la traduzione.

Il fumetto, stampato il sole 500 copie, non passa attraverso la grande distribuzione ma solo in librerie indipendenti e nel circuito del movimento anarchico (e adesso anche tramite questo sito!). Una volta stampato il fumetto, infatti, l’Archivio Germinal comincia a girare l’Italia in lungo e in largo con le presentazioni, che sono un interessante momento di incontro, condivisione e di dibattito. L’obiettivo (raggiunto) era di finanziare in questo modo la stampa del secondo volume attraverso il primo, e questo varrà anche per il terzo.

 

Opera prima

Notevole, infine, che questo fumetto sia l’opera prima di un autodidatta del fumetto (e della storia).

Jean Pierre Ducret, nato nel 1944, ha infatti fatto, come ama dire lui stesso, l’operaio per mangiare, il contadino per caso e il fumettista per passatempo. Risiede attualmente in un paesino della regione del Languedoc.

Makhno – Il Progetto

Ultime Notizie

  • Makhno a Piacenza e Crema

    Sabato 21 Maggio alle ore 18.30 saremo al Circolo culturale Roma (via Roma 164) di Piacenza e il ...

  • Recensione su duels.it

    Segnaliamo con piacere una recensione al fumetto uscita su duels.it e firmata da Luca Barnabé: la t...